PratiToday

Prati al buio, Grancio interroga la Giunta Raggi: "Ci sono strade senza luce da agosto"

Dopo l'esposto in Procura sul caso delle strade al buio è stata anche presentata un'interrogazione. Grancio (DemA): "Qualsiasi sospensione ingiustificata può configurare il reato d'interruzione di pubblico servizio"

Illuminazione pubblica ad intermittenza in molte strade di Roma Nord. A farne le spese sono soprattutto i residenti del Municipio I ed in particolare quelli che abitano nei quartieri di Prati e Della Vittoria.

L'interrogazione

La questione è finita in Campidoglio e, grazie ad un'interrogazione presentata dall'ex grillina Cristina Grancio (oggi con DemA), dovrà essere urgentemente affrontata dalla giunta capitolina. "Nei quartieri Prati e Della Vittoria – dichiara la consigliera capitolina – abbiamo segnalato un elenco di strade che risulta completamente al buio da agosto scorso, fra le quali via Famagosta, via Tunisi, via La Goletta, via Carlo Poma, via della Giuliana e via Monte Zebio. Le segnalazioni più preoccupanti riguardano comunque una sorta di turnazione, con spegnimento degli impianti di illuminazione per interi isolati, che interesserebbe a giorni alterni varie zone della città". Da qui la richiesta urgente di chiarimento.

La testimonianza

Sono anche altre le strade del Municipio I che restano senza illuminazione. Tra il 20 ed il 27 dicembre, ad esempio, è stato segnalato un guasto in via Filippo Corridoni. "Dopo le proteste, l'accesso agli atti  fatto dai residenti e la segnalazione della consigliera municipale Nathalie Naim, ACEA ARETI ha detto che si trattava di 'un guasto' ed ha riacceso per qualche giorno" scrive un residente sul gruppo Prati in Azione! denunciando che "da ieri (8 gennaio ndr) l'illuminazione pubblica è di nuovo spenta".  

L'esposto in Procura

Della questione è stata interessata anche la Procura della Repubblica in cui, oltre a segnalare le strade rimaste senza luce da agosto, è stato fatto presente che "immediatamente dopo il guasto diversi residenti della via hanno segnalato il guasto ad Acea e ad Areti denunciando in tal modo, la pericolosità per il rientro nelle proprie abitazioni nelle ore notturne".

L'illuminazione nelle strade: un servizio pubblico

"Il servizio di illuminazione pubblica – ha concluso Cristina Grancio – deve essere garantito 365 giorni all’anno da ACEA SpA e dalla controllata ARETI SpA ed è coperto integralmente dai contribuenti con il pagamento delle imposte locali. Qualsiasi sospensione ingiustificata può configurare quindi il reato di interruzione di pubblico servizio".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Acea è l'esempio che privatizzando il 49% di una municipalizzata, il servizio fa schifo come prima.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rimossa la favela di viale della Serenissima: 60 persone disperse sul territorio. Sequestrata l'area

  • Politica

    Strade, l'assessora Gatta: "Ora basta associare Roma alla parola buche"

  • Politica

    M5s vuole il car sharing anche in periferia: l'obiettivo è allargare la mappa di copertura dei tre operatori

  • Politica

    Ippodromo Capannelle, per la riapertura c'è un piano b: il Campidoglio pensa ad una società in house

I più letti della settimana

  • Sciopero: domani a Roma metro e bus a rischio. Gli orari e le fasce di garanzia

  • Centocelle, quartiere sotto shock: 16enne muore in piazza dopo aver bevuto un drink

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • A Roma giovedì 17 gennaio 2019 doppio sciopero: le motivazioni dei sindacati

  • Cinecittà est: 22enne trovata morta nel bagno di un bar

  • Lunedì sciopero nazionale dei trasporti: a Roma regolari i mezzi Atac e Roma Tpl. A rischio corse Cotral

Torna su
RomaToday è in caricamento