PratiToday

Caetani devastato: genitori e alunni si interrogano sul futuro

Da una madre il racconto sulle paure dopo la devastazione del Caetani. L'istituto è inagibile e non si sa quando riaprirà e si teme che i ragazzi rischino la bocciatura per le troppe assenze

I genitori degli studenti del Liceo Caetani di piazza Mazzini sono preoccupati per la sorte dei loro figli. Dopo aver saputo che l'istituto è stato devastato durante l'occupazione, si interrogano sul futuro che attende i ragazzi e anche su cosa stia facendo il preside della scuola e perché, a detta loro, non li abbia ancora incontrati.

La mamma di un allievo della scuola, a nome di un gruppo di genitori, ha contattato la redazione per raccontare la situazione della scuola, dei ragazzi che non vanno a lezione dall'11 dicembre e per esprimere la propria indignazione riguardo ai comportamenti del preside che ancora non avrebbe comunicato in alcun modo con i genitori.

Nel liceo l'occupazione è terminata il 19 dicembre scorso e quando le prime persone sono rientrate nell'istituto hanno scoperto che questo era stato devastato. Per tanto, il liceo Caetani è e rimarrà inagibile a lungo. Quello che preoccupa i genitori è la possibilità che gli alunni superino le 200 assenze, numero superato il quale è prevista la bocciatura e continuano a chiedersi quando la scuola potrà tornare agibile.

Secondo il racconto della donna, la scuola sarebbe lasciata in balia dei ragazzi per dieci giorni, periodo in cui né il preside, né nessun membro del corpo docente o personale di servizio fosse presente nella struttura. In quei dieci giorni si sarebbe passati da un'iniziale autogestione a un'occupazione decisa da alcuni alunni che avrebbero ricevuto le chiavi della scuola. In quel momento il preside avrebbe avvertito il 113 della situazione.

I genitori furono avvisati dell'autogestione, come spiega la mamma, attraverso una circolare dell'11 dicembre scorso, a seguito della quale non avrebbero più ricevuto comunicazioni dal Preside, né da altre figure dell'istituto. La polizia è entrata nel Caetani il 19 dicembre trovandola devastata. Rimangono ora molti interrogativi a cui dare risposta. Quando la scuola sarà aperta e quando e come i ragazzi potranno tornare a lezione, se sia addirittura necessario cambiare scuola e cosa devono fare in questi giorni in cui non sanno ancora nulla.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto, su questo sito i genitori dei ragazzi del Caetani si scambiano commenti e cercano soluzioni per il futuro della scuola.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 13 contagi in 24 ore nel Lazio. "Preoccupazione per aeroporti e stazioni di Roma"

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 3 nuovi casi in 24 ore: 3163 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus: 10 nuovi positivi nel Lazio, dal 3 giugno sorvegliati speciali stazioni ed aeroporti

  • Coronavirus, a Roma tre nuovi casi. Altri due nel resto del Lazio

  • Coronavirus: a Roma e provincia 7 nuovi contagi. Positiva al Covid19 famiglia proveniente dagli Usa

Torna su
RomaToday è in caricamento