PratiToday

Rivoluzione digitale e didattica all'Istituto Nazareth

L'istituto di Prati punta sull'innovazione, le lingue e nuovi indirizzi di studio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Le nuove iscrizioni premiano l'offerta formativa dell'Istituto Nazareth di Roma, che ha deciso di puntare sull'innovazione, l'internazionalizzazione, le lingue e discipline socio-economiche, lo studio all'estero e l'alternanza scuola lavoro per preparare gli studenti alle sfide del nuovo millennio. Novità che saranno presentate in occasione dell'Open Day in programma sabato 17 marzo dalle 10 alle 17 presso l'Istituto di via Cola Di Rienzo, 140.

La giornata, promossa dal nuovo preside don Filippo Morlacchi e dalla vicaria prof.ssa Maria Rossi, permetterà a Genitori e Studenti di visitare l'Istituto e conoscere i piani di studio per l'anno scolastico 2018-2019, che vedranno – tra l’altro – l'introduzione dello studio della lingua cinese, che si aggiunge alla pluralità di lingue insegnate (inglese, francese, spagnolo, tedesco, arabo e russo), oltre al nuovo indirizzo del Liceo delle scienze Umane con opzione economico-sociale.

Ospiti d'eccezione della manifestazione saranno il dott. Roberto Fait, senior-manager di Banca Mediolanum e il professore e commercialista Lorenzo Valentino, i quali presenteranno le opportunità che il nuovo indirizzo di liceo potrà fornire agli studenti nel primo pomeriggio, dopo la presentazione generale della scuola da parte dello staff di coordinamento didattico. Nel corso dell'Open Day saranno anche illustrati i servizi dedicati alla prima infanzia, dal nido alla materna, con un’offerta formativa finalizzata al benessere psico-fisico integrale dei più piccoli e aperta al bilinguismo fin dalla più tenera età.

A intervalli regolari gli Ospiti saranno allietati dalle esibizioni musicali di chitarra, pianoforte, percussioni e altri strumenti da parte degli alunni del Progetto musica (in collegamento con il conservatorio “Santa Cecilia”) e avranno l’opportunità di assistere alle lezioni di strumento. Potranno inoltre degustare le specialità alimentari caratteristiche dei Paesi di provenienza dei docenti delle diverse lingue, grazie al progetto di Cucina Multietnica. Saranno offerte informazioni sui progetti internazionali dell’Istituto, sulle attività teatrali, culturali e sportive e le altre iniziative presentate nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF).

Nel dettaglio il programma prevede anche la presentazione delle seguenti attività didattiche, distribuite sia nella fascia oraria antimeridiana che pomeridiana: NIDO: Progetti ludici “Aspettando la Primavera e la Pasqua – Attività manuali di manipolazione” INFANZIA: Progetti “Alla maniera di…”: invito alla scoperta del colore e della pittura di P. Mondrian, V. Kandinsky e K. Häring, e altre attività in lingua italiana ed inglese PRIMARIA: Progetto bilingue TPR (Total Physical Response) – Laboratorio artistico “Riproduciamo i libri miniati” – Progetto “La cucina del mondo” e altre attività creative SECONDARIA I GRADO: Attività didattiche STEM (Sciences Technology Engineering Maths) – Esposizione di disegni prodotti dagli alunni SECONDARIA II GRADO: Esposizione artistica “Rilettura dei capolavori dell’arte con Photoshop” – Laboratorio chimico – Progetto “Lettura, scrittura, rivoluzione digitale: il mito di Teuht oggi” e altre proposte di didattica innovativa.

Torna su
RomaToday è in caricamento